SCUOLA?….NO ZONA FRANCA!!

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in FUORI DI CLASSE

Con buona pace delle circolari del Ministero dell’istruzione e della stessa legge italiana, le scuole o meglio, le classi, costituiscono da sempre una terra di nessuno, un microcosmo autocratico dove vigono patti, usi e consuetudini del tutto peculiari e dove termini come autorità, autorevolezza, condotta, assumono significati contrattati tra le parti giorno dopo giorno. Nessun studente è disposto a subire […]

FURTO CON DESTREZZA….

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in FUORI DI CLASSE

Oggigiorno il codice penale punisce con una pena maggiore il “furto con destrezza” che il “furto con scasso”. Per il furto?…. no sicuramente, la pena è aumentata per la “destrezza”. Mentre per esempio è meglio farsi passare per “pazzi” se si compie un delitto in quanto, l’incapacità di “intendere e di volere” è un buon alibi per sperare di contare […]

DA GRANDE FARÒ IL PROF (3)

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in FUORI DI CLASSE, MI PRESENTO, NO GRAZIE

Assistere alle prestazioni scolastiche di questo pittoresco e simpatico gruppo di adolescenti è divertentissimo anche se c’è da rimanerne turbati. Non rimango più stupito se leggo che a Savona per un concorso di 50 infermieri si sono presentati in 7000. Questo per me la dice lunga sulle aspirazioni di una generazione credulona ancora al posto fisso e alla pensione.

DA GRANDE FARÒ IL PROF (1)

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in FUORI DI CLASSE, MI PRESENTO, NO GRAZIE

Tra pochi giorni inizia la un nuovo anno scolastico, un anno formativo, insomma la scuola. Comunque la chiamate rimane sempre un agglomerato di contraddizioni. Da una parte una classe di studenti e una classe di insegnanti. Ognuno con i propri problemi spesso, molto spesso con una incapacità di assorbire la frustrazione dell’altro.Docenti freschi di laurea, tenuti insieme da quell’ammortizzatore sociale […]

I COLORI DELL’ALTRO

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in IL MIO TEMPO

Di solito ci vediamo come neutri, spesso, troppo spesso “bianchi”. Mai di colore. Ormai siamo costretti a dire che la nostra società, le nostre scuole, le nostre aule sono colorate perché solo relativamente da poco ci accorgiamo che sono animate da persone diverse da noi. Come se questi contenitori non fossero già da sempre segnati da volti e storie per […]