HOME

ULTIMI POST

  • Date: 8 Novembre 2019, By Tiziano Rigo Category - CLANDESTINO

     

    Ero l’unico con una divisa bianca in mezzo ad almeno una decina di divise nere.

    Questo mi rendeva nervoso come un gatto in mezzo in un cortile pieno di cani.

    Ero a Sassari in una caserma di carabinieri. L’unica cosa che ci rendeva simili era l’età.

    Erano tutti ragazzi come me.

    Penso velocemente che un paio di anni fa a Milano quelle divise mi “correvano dietro durante le barricate dei movimenti studenteschi.”

    Non so perché ma quando caricavano sembrava che puntassero tutti su di me e correvo…..

    Ma torniamo ai fatti, e soprattutto cosa ci facevo a Sassari vi chiederete. 

     

    Total Comments: 0
  • Date: 27 Ottobre 2019, By Tiziano Rigo Category - CLANDESTINO

    Ero stanco di sentirmi dire che “bisognava fare così “.

    Ero stanco di dare una ragione a un tale, solo perché aveva un grado più di me. Continuavo a dire che ogni volta era diverso, che non sempre si poteva eseguire una manovra come diceva il manuale.

    Per fortuna tutto si era concluso bene” diceva ma, non riusciva a capire che in mare non si gioca a carte e quella, non era stata fortuna.

    Avevo valutato tutto e avevo scelto il rischio minore anche se esisteva concretamente la possibilità di errore.

    Un errore che mi avrebbe portato davanti a un processo.

    Continuava a dirmi urlando che …..” Quando un uomo cade in mare devi mettere il timone tutto sul lato di caduta per allontanare le eliche da lui.”

    Hai ragione dicevo ma …. lo faccio se il mare è piatto e se è una esercitazione altrimenti valuto….e se valuto, non è detto che faccio come è scritto su quel manuale. 

     

    Total Comments: 0
  • Date: 26 Ottobre 2019, By Tiziano Rigo Category - MI PRESENTO, NO GRAZIE

    Come tutti i genitori anche i miei vedevano in me un genio, uno scienziato, un astronomo, un astronauta o un dirigente di fama nazionale.

    Poi, con il passare degli anni e continui insuccessi di tutti i tipi si sono rassegnati a un “c’è di peggio” di fronte alla classica domanda di amici, parenti, impiccioni del “Come va vostro figlio?

    Ecco più o meno quello che assisto ormai da anni nelle aspettative dei genitori di molti ragazzi sfocia sempre in un “c’è di peggio” come resa incondizionata di una guerra persa malamente e maledettamente.

    Anche la mia poteva essere una storia perfetta, di quelle che si raccontano ai piccoli per farli addormentare.

    (altro…)

    Total Comments: 0
  • Date: 23 Ottobre 2019, By Tiziano Rigo Category - CLANDESTINO

    Il 21 febbraio 1979 Olbia fu invasa dall’acqua.

    Un’alluvione, la prima della sua storia più recente.

    Non ci furono vittime, né feriti, ma molti danni. La città mostrò le sue fragilità urbanistiche e il suo sviluppo incontrollato.

    Tracimò il fiume Gutturesu.

    Fino a quel giorno non sapevo nemmeno che Olbia avesse un fiume.

    Era da giorni che pioveva.

    Lo ricordo ancora perché tra le “guardie” e il “servizio in mare” eravamo sempre bagnati fino alle ossa, ed era una lotta per asciugare maglioni e scarpe.

    Io ero appena rientrato con altri 5 dal solito giro al largo dell’imboccatura del golfo. Eravamo in mare da 4 ore e avevamo seguito il traghetto “Livorno Espress” fino all’attracco. Era un mercantile che trasportava autotreni… Tutto regolare tranne il fatto che per il mare grosso era in ritardo.

    ESEGUI L’ACCESSO AL SITO CLICCADO QUI!

    Articolo visibile integralmente solo agli iscritti alla newsletter del sito….. e tu cosa aspetti? iscriviti e riceverai in omaggio un “ebook” dell’articolo

     

    Total Comments: 0
  • Date: 16 Ottobre 2019, By Tiziano Rigo Category - CLANDESTINO

    Capitava a volte che la vedetta CP235 fosse inattiva per manutenzione. Personalmente era come se in “darsena” ci fossi io. Ero ansioso…. Quando poi la riportavano al molo mi precipitavo come un bambino su una torta e la rovistavo tutta per assicurarmi che tutto fosse a posto, anche le nostre cose personali che rimanevano con lei, un pò per scaramanzia  e un po’ per quel disordine naturale che si era creato internamente.

    La faccenda non era però indolore. Infatti, il turno di guardia veniva spostato dall’”imbarco” (disposizione h 24) al “servizio in Porto” che consisteva nella vigilanza delle persone e merci che imbarcavano o sbarcavano a Olbia. 

    ESEGUI L’ACCESSO AL SITO CLICCADO QUI!

    Articolo visibile integralmente solo agli iscritti alla newsletter del sito….. e tu cosa aspetti? iscriviti e riceverai in omaggio un “ebook” dell’articolo

    Total Comments: 0
Load More...

ALTRI POST di TR59

MA L'INTELLIGENZA SERVE VERAMENTE???

Uno dei più noti moltiplicatori di imbecillità è il Principio di Lawrence Peter che recita: “In qualsiasi gerarchia, ognuno tende ...

Leggi di più

IL MIO PAESE


Non torno più al mio paese e anche se dal 1985 è una "città" per me resta e resterà un ...

Leggi di più

ISTRUZIONI DA PRENDERE CON LE MOLLE

Ogni tanto ricevo una delle solite catene che alla faccia della privacy mi viene inviata con tutto l’elenco degli indirizzi ...

Leggi di più

LA GENTE VUOLE MIRACOLI

Anche agli inizi del terzo millennio, come secoli fa, la gente vuole miracoli.

Si trova una statuetta della Madonna sporca di ...

Leggi di più

LA PAURA DI NON FARCELA...........

La prima scena che vi dovete immaginare è quella di un bambino……in un’aula di una scuola media inferiore a suonare ...

Leggi di più

AVETE ROTTO (lo urlo!)

Sono impastato mondo del lavoro  dal 1980 e gli ultimi 20 li ho passati come libero professionista (con poca libertà ...

Leggi di più

DA GRANDE FARO' IL PROF (2)


Domanda secca: Che cos'è la scuola "Prof"? Si...questa Sì  che la so'. Ne Sono sicuro.
Rispostona:
Dunque (sospiro!). Definirei la scuola come ...

Leggi di più

A VOLTE SEI LA STORIA

Capitava a volte che la vedetta CP235 fosse inattiva per manutenzione. Personalmente era come se in “darsena” ci fossi io. ...

Leggi di più

IL FILM DELLA VITA.....

Se riavvolgiamo il filmato della storia umana e lo proiettiamo in una sala cinematografica, sicuramente ci annoieremmo a morte.

Più del ...

Leggi di più

L'ORARIO SCOLASTICO (un TEMPO da capire)

 

Questo manuale, assieme ad un esempio di orario scolastico (il mio), è tutto ciò che ora abbiamo a disposizione per ...

Leggi di più

Archivio Foto"GRAFFI"co

  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
Flickr Badges Widget

LA TELA DEL RAGNO

Il tempo che andrò a raccontare assomiglia molto di più alla TELA di UN RAGNO.

Elegante, Precisa, ma anche piena di “BUCHI” dove è il Ragno stesso a indaffararsi per rattopparla.........

(CLICCA SULLA RAGNATELA)

Segui le mie impronte

 

ISCRIVENDOVI ALLA NEWSLETTER TROVERETE:

  • un caffè pagato (non ho idea di come pagarlo)
  • zucchero a volontà (lo trovate in ogni bar)
  • supporto morale e psichiatrico
  • chiacchierata e spettegolezzi su argomento di vostra scelta
  • info su tempo

NON E' UNA OFFERTA MA UNA EMOZIONE

SITI CHE CONSIGLIO

Sito dell'ANIMATORE DIGITALE dell' Istituto L. EINAUDI (VA) gestito dal Grande Prof. Vito Natale

Sito della 4G (a.s. 2019-20) dell' Istituto L. EINAUDI (VA)

gestito da volontari e sostenitori

(una specie di ONLUS o ONG)

qui puoi inserire un tuo BANNER (Fai richiesta!)