MI PRESENTO

UN ANGELO NEL MIO GOMITOLO

A volte immagino la vita come un gomitolo che io stesso srotolo.
A volte ci trovo qualche nodo e ci perdo del tempo ma uso energia, unghie e denti nel tentativo di liberare quel filo che poi riconosco mio nel colore e nella consistenza in mezzo a tanti altri.
È chiaro che una estremità di questo gomitolo è legata alla nascita e l’altra…non so, è tutta da scoprire ma non mi spaventa più di tanto….forse una volta…adesso non più.
Sapete, c’è una certa fretta ad arrivare dall’altro capo del gomitolo fatta di curiosità e dalla consapevolezza che indietro non si torna. Sono un credulone, vero,….ma non credo ai miracoli come alle persone, alle cose impossibili mentre al contrario non credo a cose che molti danno per scontato….che questo è sempre l’anno più caldo di sempre o che ci deve essere qualcuno a darmi un lavoro come bene inalienabile o cose del genere…..ma è una costante del mio gomitolo mettere sempre in discussione tutto.
Vedete, io per vivere non faccio il prete ma, credo per esempio negli angeli ……sempre creduto a queste strane figure…..con i miei alti e bassi naturalmente
Cioè, non fraintendetemi….non è che un giorno credo che esistano e l’altro no….
I miei “alti e bassi” sono dovuti al fatto che con loro “ci litigo” e a volte ci si manda reciprocamente a quel paese.
Quando poi dopo un litigio penso di essermi liberato di quell’impiastro che immagino alato, ecco che lui ritorna come se niente fosse a ricordarmi che comunque “lui” è lì…rispunta magari da un libro, un quadro o brontola vicino a me mentre guido o vedo la televisione.
Ok…è chiaro che per chi legge sono matto ma anche questa è una costante del gomitolo…..il mio gomitolo!
Anche oggi è apparso….meglio ritornato…perché…sapete, sembra sempre che quando ne ho bisogno lui è sempre stranamente occupato a sistemarsi i pantaloni ….ma oggi è ritornato….e quando torna so che davanti a me ci sarà un nodo……a volte mi convinco che quando sparisce è solo più avanti in esplorazione….sempre così.
Ognuno penso, crede a quello che vuole….ognuno trova la sua forma di suggestione per scongiurare la realtà e comunque quello in cui uno crede sia vero o no è meno importante.
È molto più importante la misura dell’effetto di quella credenza ha su di noi.
C’è chi crede alle vecchie credenze popolari, quando il bruciare dei manichini su un falò il martedi grasso porta buoni raccolti, c’è chi crede nella scienza e crede di dare un senso al mondo con formule e analisi che dimostrino teorie, c’è chi crede in energie che scorrono dentro di loro.
C’è chi crede nella natura i immagina che il mondo abbia un suo ordine ben preciso dovuto solo alle forze misteriose dell’universo.
Alcuni credono che il mondo sia stato generato in pochi giorni da divinità buone e paterne che vedono tutto, sanno tutto e decidono per noi.
Altri che esista un grande disegno universale e non casuale e che va in una direzione ben precisa….
Altri poi che le statue piangono…che le fotografie parlino o che se si suona la contrario un disco dei “Beatles” si è indotti al suicidio…e poi…..bè poi c’è chi crede agli angeli.
La enciclopedia del web…quella che sa tutto…la madre del sapere, li definisce come intermediari tra il cielo e la terra, fra Dio e gli uomini e che Dio si serve di loro per farsi annunciare dagli uomini e per fare eseguire a loro la sua volontà sulla terra….non so se questo sia vero visto che io non credo in un “Dio”  e prendo tutto con le molle
Ma di tutte le definizioni che si possono dare …quella che mi piace e quella che dice: “Creature  che si muovono non viste sulla terra…” eppure sono dappertutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *