IL MIO TEMPOMI PRESENTOtempo

LA VITA IN UN ATTIMO

Succede come nei fumetti, nei cartoni giapponesi, quelli che si vedono in televisione in quell’istante, in quel gesto che è un attimo ….come un battito del cuore, tutto ma, proprio tutto, sembra fermarsi e attenderti…..non capite di cosa parlo vero?

Parlo di quei momenti dove si incartano e si mescolano pensieri, ricordi, emozioni….attimi che sono una vita oppure, come dico io, “La vita in un attimo.”  In un gioco di corsi e ricorsi di un avanti e indietro o di un tira e molla che sembra ad ostinarsi sempre e ovunque la stessa cosa dove ognuno di noi ci arriva in un vuoto del tempo che è lì ad aspettare a pochi metri ma che non puoi afferrare perché quello che vedi e quello che senti fa parte di un altro tempo o di una smagliatura del tempo che non si sa come collocare.

Non si capisce se fa parte di un passato di un futuro, dello stesso presente o di tutte ste cose insieme…. si forse è così perché il tempo è proprio fatto in questo modo, non puoi guardarlo e se lo fai esso cambia e si mescola come il vento fa con le nuvole solo perché lo hai guardato.

Quell’attimo è difficile da rappresentare perché penso che ognuno di noi lo vive in maniera personale ed è difficile da descrivere senza essere preso per pazzo……

Ho provato a parlarne con una persona e da allora mi guarda come uno che è scappato da casa…. anzi, non mi guarda più!

Se dovessi tentarci mi avvicinerei a MATRIX….ricordate?…siiii il film…rendo l’idea?

Matrix non solo ebbe la discutibile conseguenza di convincere molte persone che stavano bene con lunghi cappotti di pelle nera.

È che Matrix di fatto cambiò il cinema di azione e una di quelle cose che sconvolse il pubblico di tutto il mondo fu il così detto “bullet time”.

Il termine non dice molto ma è quell’effetto visivo per cui il protagonista si piega al rallentatore per evitare una pallottola mentre una macchina da presa gli gira intorno creando un preciso effetto.

Ecco questa è la più precisa rappresentazione che posso dare quando mi sento “la mia vita in un attimo”.

Un solo momento dove si ha il potere di bloccare il tempo e di vedere tutto in maniera più lucida.

Quando ero giovane e più deficiente di solito questo avveniva nei momenti che precedevano situazioni particolari dove tutto sembrava cadermi addosso….tutto in pochi secondi, come prima di una interrogazione che avrei voluto evitare o poco prima di finire in qualche pasticcio che precedeva una fraccata di botte o di delusioni.

Adesso quello stato lo riesco a rivivere quando sono solo con me stesso ritrovandomi in certe situazioni e in quello stato aspetto….aspetto…aspetto….aspetto che si smonti l’attimo rivivendolo nella mia mente ma sperando che duri il più possibile perché non vuoi più ritornare in questo tempo….in questo spazio…in questo mondo e questo, è il mio modo (tutto mio) per disprezzarla questa vita ma come ha detto una persona a me vicina, “è difficile restare incazzati quando c’è tanta bellezza nel mondo” e quando quel tempo scorre su di me come pioggia non posso che provare gratitudine per ogni singolo momento della mia piccola vita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *