IL MIO TEMPO

PAPEROGA

Ho avuto diversi soprannomi come la maggior parte delle persone… di alcuni, è sicuro, non ne sono mai venuto a conoscenza ma, “Giumbolo”, “Gadget”, o “McGayver” mi appartengono e sono stati i soprannomi che, a secondo del momento “raccontavano” di me in una parola.
Ma, quello che più di tutti mi identifica e che in un certo senso si è dimostrato inossidabile nel tempo è stato “Paperoga” e anche se nessuno, mi chiama più così da moltissimo tempo è un personaggio che rivedo nel mio specchio.
Seppi del mio soprannome quasi per caso come succede sempre in questi casi…..sapevo il soprannome degli “altri” ma, pur intuendo che anch’io ne possedevo sicuramente uno, feci finta di nulla il più a lungo possibile.
Ma non potetti più nascondermi quando l’ufficiale di guardia entrò urlando in camera alle due di notte e urlò come un matto….”DOVE’ PAPEROGA? .. LA CP235  SALPA TRA QUINDICI MINUTI ….. PAPEROGAAAAAAA … SVEGLIAAAAAA!!!
Ecco….”Paperoga” ero io e come al solito buttato giù dalla branda nel cuore della notte ma questa volta, a differenza di altre, non fui chiamato per “grado e nome”…

ESEGUI L’ACCESSO AL SITO CLICCADO QUI!

Articolo visibile integralmente solo agli iscritti alla newsletter del sito….. e tu cosa aspetti? iscriviti e riceverai in omaggio un “ebook” dell’articolo