IL MIO TEMPO

NON TUTTE LE COMETE TORNANO………

Lo so…ho finito di smettere di contare le volte che me lo hanno detto…..”scendi dalla pianta”….”smettila di camminare guardando le nuvole….” Ma niente….non ci riesco…….un testone….testone come un gatto.

Questa volta ho cercato di vedere quelle nuvole in maniera diversa …..niente da fare….come sempre non ho visto la realtà…..e cadere…inciampare fa sempre male ma non imparerò mai….cocciuto…ostinato…orgoglioso…tenace….per nulla tenero con se stesso e con gli altri….mi basterebbe questo per presentarmi. 

Come la volta che volevo “quel diploma”…o quando mi ero incaponito di fare “il marinaio”o di dire basta a un lavoro da “dipendente”…….tutte le volte che mi hanno detto di “non farlo…non sta bene…non si fa …è contro alla morale…allo Stato….al sindacato (!!?)…..alla fede..al partito (!!!!!!!!!!????)….”ma io…NO!

Ma se mi chiedete un motivo vi rispondo che semplicemente non c’era …non c’è ….volevo quello e basta!

Ci sono pesci che per vivere sono costretti a nuotare contro corrente…..per me è così!

Tutto questo se raccontato è interessante solo a parole e può avere il suo fascino per un post di un blog ma poi….tutti noi prima o poi dobbiamo avere un approccio razionale con la vita perché per un fatto di cultura siamo abituati a costruire “sempre” un rapporto “causale” tra i fatti   …..non c’è nulla da fare….una cosa segna l’altra e in mezzo ci mettiamo i motivi per cui è “così” convincendoci di avere il controllo su quello che succede.

Facciamo fatica ad accettare che ci sfugga qualcosa….che le nostre scelte non sono poi sempre determinate dalla nostra volontà.

Ma noi….siamo fatti così…un insieme di tante cose a volte in contrasto tra loro o con la nostra bigotta predisposizione al “razionale” e allora diamo spazio ai sogni.

Forse è per questo che guardo sempre in alto…..forse fondamentalmente sono un sognatore ma, sarà che il cielo e le stelle sono quella parte degli elementi naturali che più suscitano i me interesse, ammirazione e mistero, di più di un vulcano o di una onda anomala.

Forse sono alla ricerca di una mia cometa…. ma è più romantico pensare che sto cercando di capire quella che ho perso… oggetti strani che arrivano da lontano, dal nulla, a turbarci nella nostra ciclica regolatezza.

Passano vicino dando la sensazione che ….non siamo soli in questo universo….per poi allontanarsi per il loro destino.

Ma anche le persone sono come le comete…. Ti illudono che non sei solo e poi…..

Oggetti solitari che uniscono elementi scientifici come temperatura, velocità, leggi matematiche e fisiche a elementi immaginari come il loro imprevedibile arrivo fatto da forze e luoghi misteriosi da cui provengono.

Una cometa è un rompicapo per un astronomo perché quando pensi di conoscere tutto di lei qualcosa cambia e va tutto storto…..

Il cambiamento è avvenuto lontano ……nel freddo universo nascosto dalle nostre capacità   di comprenderne le regole.

E ecco che quando nel 2014 ci annunciano un Natale con la cometa (ISON) ….questa ci sorprende e va a sbattere contro il Sole alla faccia di “sicure certezze matematiche ” che la davano sui nostri cieli per farci sentire più buoni…..e così ci si interroga….

Ma forse non fanno altro che rispecchiare quello che siamo come uomini….persone…affetti che si incontrano una sola volta per poi sparire in una parabola…..oppure con scorribande nello spazio-tempo con larghe traiettorie ellittiche…..poi…qualcosa o qualcuno ci sposta dalla nostra orbita e nostro malgrado non ritorneremo più.

Ma c’è sempre  qualcuno che decide di schiantarsi……..in un abbraccio con il Sole…..mentre il mondo festeggia il Natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *