CLANDESTINO

QUELLO CHE NON SI PUÒ DIRE….

La vita di per se è una strada influenzata da tanti cambiamenti…è forse questo l’aspetto più bello e variegato che le da un valore.
Si cambia il modo di vestire, il parere su dei fatti, su persone,…tutto si cambia anche la fede calcistica e a volte una fede più nobile passando da uno stato ateo a uno religioso o viceversa.
Cambiano anche gli affetti ma questo non è visto come una cosa semplice ne tanto meno bella ne accettata..non se ne parla…si fa finta di niente…non si tollera facilmente che si provi un affetto nei confronti di qualcuno che si avvicina al nostro mondo meritandosi la nostra accoglienza e il nostro amore.Sentimento che troviamo pubblicizzato dappertutto in tutte le religioni e in tutte le lingue ma impraticabile a volte…..non fate gli ipocriti…avete capito che se non impedito dalle leggi degli uomini è impedito dalle leggi divine….
Sono convinto che molte persone vivono in questo stato ma in silenzio e con dolore…a volte in peccato…..che vivono un amore lontano non tanto dallo spazio ma dal tempo….perché questo non è il loro tempo!
In realtà non cambia il sentimento anzi, anche se si manifesta in in forma nascosta e non pubblica è piu sincero perche spesso disinteressato da denaro o promesse e come in un mare tempestoso subisce le raffiche di emozioni e la realtá.
Un rapporto basato su questo a volte è più durevole, sia in amicizia che in amore, ma si arriva a “dipendere” emotivamente dallo stato d’animo del momento, quindi puo’ succedere che si “voglia bene”ad un amico per esempio, e poi a seconda delle emozioni che sentiamo dentro, si possa passare dall’affetto all’incomprensione; per cose futili a volte oppure per fraintendimenti o altro magari per semplice gelosia (basta poco!) ma, inevitabilmente cio’ ci fa mutare l’affetto in accettazione.
E della persona cui vogliamo bene, siamo disposti ad accettare anche i difetti, e lo facciamo mutando in modo emotivo il sentimento, per dare voce al vero affetto disinteressato. (Il termine “disinteressato” in realtà è l’attenzione senza condizioni alla persona centro del nostro affetto…tutto il resto…è in secondo piano).
Quando si vuole bene, si vuole bene e basta, non puo’ un errore cancellare il sentimento, semmai lo puo’ modificare per un breve lasso di tempo, fino a che è passato quel disagio che ci ha causato magari un dissenso.
Alla fine si cambia comunque, ed il vero cambiamento consiste nell’accettare che l’amore puo’ finire, mentre un affetto basato su un contratto non vive questa eventualitá ……non la prova, non la sente….non si avverte nemmeno.
Eppure nella vita capita a molti di noi di rinunciare a persone migliori a favore di “altre” che non ci interessano più e che non ci fanno del bene …..semplicemente ci capitano tra i piedi e ci affascinano con le loro menzogne e che spesso seguiamo fino su un altare.
Quando non si vuole piu’ bene ad una persona, significa che emotivamente non ci ha dato nulla, era solo un modo forse subdolo di illudere il prossimo, lasciando intravedere l’affetto che era puro egoismo, interessato forse, ma sicuramente falso!….eppure continuamo a viverci insieme legati da interessi, figli , parenti o incapacità di cambiare….perche l’educazione, la religione o i valori imposti tendono a fissare quello stato di cose..cambiano tante opinioni e tanti pensieri ma poi di fatto si resta appesi in questa vita…..come panni stesi ad asciugare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *