FUORI DI CLASSE

FURTO CON DESTREZZA….

Oggigiorno il codice penale punisce con una pena maggiore il “furto con destrezza” che il “furto con scasso”. Per il furto?…. no sicuramente, la pena è aumentata per la “destrezza”. Mentre per esempio è meglio farsi passare per “pazzi” se si compie un delitto in quanto, l’incapacità di “intendere e di volere” è un buon alibi per sperare di contare sulle attenuanti … la cronaca di tutti i giorni ce lo insegna…..
Eppure non è stato sempre così… forse non sapete che nell’antico Egitto il ladro ingegnoso non veniva castigato e gli si riconosceva una parte del bottino. Eppure anche in Egitto il furto era un reato ed era punito molto ferocemente… il “premio” se così si può dire era per l’intelligenza e l’Egitto aveva bisogno di genio e cercava di farlo emergere in tutti i modi.
Un ladro intelligente può diventare onesto…un cretino patentato resta un cretino e c’è pure il rischio che si metta a rubare.
Ma di tempo ne è sicuramente passato sotto le Piramidi e come si sa tutti i regimi provvedono a soffocare con qualsiasi mezzo l’intelligenza.
Le dittature con la soppressione della libertà di pensiero (spesso anche il pensatore) e in democrazia basta costringere le masse a uno standard di comune imbecillità…..tanto ogni testa vale un voto anche se la testa è vuota.Se è vero che nessuno di noi nasce intelligente è sicuramente vero che la società ci mette del suo per fare in modo che non lo diventi.
Primo fra tutti la scuola (non solo quella italiana)..strumento potentissimo per livellare le doti intellettuali verso il basso con l’istruzione di massa che, nei Paesi più avanzati pur essendo una realtà da più di due secoli non ha sicuramente fornito attive basi culturali nemmeno contro l’analfabetismo….. molto più utili in tal senso sono stati i fumetti e i fotoromanzi.
La scuola sforna persone che entrano nell’età adulta con un identico, scarso bagagliaio nozionistico; mentre le poche intelligenze notevoli, quei giovani curiosi e ricchi di capacità, vengono mortificati fin dall’infanzia, costretti a procedere al passo dei loro compagni più “tonti”.
La mamma che vede spiccate doti “geniali” nel proprio pargolo di 5 o 6 anni….già lo definisce “come tutti” a 10 o 11 anni per consolarsi con un “c’è di peggio” a 18 o 20 anni……quando l’onda lunga della modellazione sociale ha uniformato il bambino in un adulto con comportamenti minimi “socialmente accettati”
E’ evidente (almeno per me)…. Che le acquisizioni dell’intelligenza si depositano nella cultura diventando “memoria” della società con un passaggio di conoscenza da tutti a uno e da uno a tutti ma quando replichiamo un pensiero che ci ha raggiunto attraverso la memoria collettiva non possiamo chiamarla “intelligenza”…
Sembrerebbe anche che la nostra stupidità contagi anche le specie animali che vicine a noi ..quelle domestiche. Tra il musetto di un micio di casa e il ghigno di quello selvatico c’è la differenza che passa tra un giocattolo e una belva, e quelli che si sottraggono alla nostra potature celebrale, di norma sono catalogati come “cattivi” e sterminati. Come il lupo.
Quel “lupo cattivo delle favole” che faceva capire a noi bambini che il “male” poteva essere anche all’interno della famiglia e portare gli abiti di un parente….. quel lupo che si materializza nelle famiglie ma che non viene punito perché se scoperto rientra nella categoria super protetta dei “problemi psichici “.
Del resto cosa ci si può aspettare dall’unica specie dove il capobranco manca di equilibrio, saggezza, intuizione, tolleranza, altruismo e….intelligenza.
In quale specie animale si può diventare capobranco senza avere almeno 3 delle caratteristiche sopra indicate?…bè…solo nella razza umana.
Basterà pensare per convincersi chi erano, nei momenti di massima tensione i leader delle due potenze mondiali (USA e URSS).
Due signorotti padroni del destino della Terra…uno Gerard Ford (USA) incapace per problemi psichici di fare due cose insieme come scendere le scale dell’aereo e masticare contemporaneamente un chewing gum …l’altro Leonid Breznev (URSS) che quando non era ubriaco appariva per quello che era cioè un alcolizzato…per distruggere il pianeta con i loro missili avrebbero dovuto solo schiacciare un bottone…e per un pelo non ci riuscirono…..
A noi italiani “brava gente” le cose non sono andate molto meglio….del resto…cosa ci aspettiamo da un popolo che elegge come parlamentare una pornostar (Cicciolina) e segue “Amici” ritenendone “intelligenti” i protagonisti…..un paese (P minuscola) dove è il “Gabibbo” a smascherare truffe e scandali. Dove le Università fanno esami di ammissione perchè non si fidano del “Diplomificio” e della reale validità del “Pezzo di Carta” che non dice nulla delle “capacità” individuali. Ma di questo ne parleremo a Settembre con i famosi “Esami di riparazione” una presa in giro per tutti, uno schiaffo alla “intelligenza”, un “furto con destrezza”. Per ora …… tutti al mare!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *