CASOMAIIL MIO TEMPONUMERI

4,66920…..IL “MARCHIO DI FABBRICA” DEL CAOS

 
 
Ci sono dei numeri che più di ogni altro affascinano per il loro mistero…..non sono numeri “normali”
Questi numeri li definiamo “costanti”….come il pi greco….(3,1416…..) o il phi (sezione aurea) ……( vedi il seguente link )
Ce né uno che è altrettanto misterioso ed è il delta (la costante di Feigenbaum)
Il suo valore è : δ = 4,66920160910299067185320382…e può essere usato per predire quando il caos sopraggiungerà in un sistema.
La costante di Feigenbaum è il “marchio di fabbrica” del caos, è quel numero che fa capire che il caos non è una semplice astratta teoria di qualche ricercatore chiuso nei laboratori universitari, bensì è più di una teoria: è ciò che unisce la teoria alla pratica, ciò che unisce l’uomo alla natura, ciò che mette in comunione il finito con l’infinito, il trascendente con l’immanente, il semplice con il complesso, la staticità con la dinamicità, i punti fermi con i processi, l’ordine con il disordine, il tempo con il senza tempo e l’eterno, lo spaziocon il non-spazio, e così via.
Ma come nasce questa costante delta?
Per semplicità consideriamo un albero vero e proprio e osserviamone uno dei suoi rami, magari il ramo più grosso che sale dal tronco.
Detto ramo ad un certo punto biforca, ossia si divide in due, c’è un raddoppiamento.
A questo punto dovremmo seguire il percorso di questi due rami, ed osservare il punto nel quale entrambi a loro volta biforcano, e così via.
Ebbene, queste biforcazioni non sono a caso e la loro lunghezza ha un rapporto di 4,66920160910299…
Volendo si potrebbe tentare di salire sopra un albero e cominciare a misurare gli intervalli tra una biforcazione e un’altra con un metro da sarto, e poi con una calcolatrice vedere in che rapporto stanno uno con l’altro.
L’impronta, la legge, il marchio che regola l’evoluzione e la crescita dell’albero, dei suoi rami, delle sue foglie, è la stessa per ogni tipo di pianta della stessa specie, però nessuna pianta è uguale ad un’altra.
C’è da mettere in conto l’ambiente, il clima, il terreno, la posizione rispetto al sole, la posizione rispetto ad altri alberi, insomma tutta una serie di condizioni esterne che vanno a contraddistinguere l’unicità di ogni creatura.
Tutto ciò influenza l’albero e ne forgia la sua crescita, le sue biforcazioni e non, il suo sviluppo.
In sintesi teoricamente il delta è valido, ma in pratica non è così facile riscontrarlo, dipende molto dalle interazioni e retroazioni ambientali (pur restando un punto fermo la sua matrice, il suo disegno divino sotteso con la sua splendida armonia e regolarità).
Il caos, il intorno a noi non è esente dall’effetto psicologico sulle nostre impressioni sensoriali.
Frattali, cioè suoni e immagini auto-simili hanno spesso un effetto tranquillizzante sulla nostra psiche.
Si pensi al crepitio di una fiamma, al mormorare del vento, allo scroscio della pioggia, al gorgogliare delle onde del mare, alla luce tremolante di una fiammella, alle figure cangianti di una nuvola, alla superficie luccicante del mare, all’accordo dei colori di un paesaggio, a una scogliera, a una conchiglia.  
Da dove viene il nostro senso di proporzione, armonia e bellezza? Se camminiamo per strada e osserviamo intorno  ci accorgiamo che il nostro occhio (e la mente) viene attratto da tutte le forme dove per eleganza o forma appare un rapporto di 1,618… o di 4,669….
Anche sul nostro corpo c’è il marchio di questa costante….se così non fosse e la nostra testa mantenesse le proporzioni con il corpo che ha subito dopo la nascita avremmo una scatola cranica 4 volte più grande del normale e i muscoli del collo difficilmente la sosterrebbero…..
La posizione dell’ombelico che ci legava alla madre quando siamo nati ha un rapporto di 1,618 con la nostra altezza, questo suggestivo punto che ci alimenta da sempre, andando a ritroso nei secoli, come un filo sottile che lega madre a madre, e figlio/a a madre, e madre a figlio/a, ha un qualcosa di sicuramente misterioso.
Certo, se invece di 1,618…. questa proporzione fosse 0,245.. oppure 1,432, o 0,616… cambierebbe qualcosa? Perchè è proprio 1,618…..?….perchè 4,6692…?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *